Lavoratori Formazione Generale

Lavoratori - Formazione generale

formazio

Descrizione

In ottemperanza al D.Lgs. 81/2008 e s.m.i.,  in linea con gli ACCORDI stipulati in sede di Conferenza Stato-Regioni del 21/12/2011 e s.m.i.

L’art. 20 del D.Lgs. 81.2008 e s.m.i. “Obblighi dei lavoratori” stabilisce che ogni lavoratore debba prendersi cura della propria salute e sicurezza e di quella delle altre persone presenti sul luogo di lavoro, conformemente alla sua formazione, alle istruzioni e ai mezzi forniti dal Datore di lavoro.

La partecipazione attiva del lavoratore sugli aspetti destinati a garantire la sicurezza sul lavoro è un'esigenza, di conseguenza, espressa dal D.Lgs 81/2008 e s.m.i. 

L’accordo stipulato il 21/12/2011 in sede di Conferenza Stato-Regioni (G.U. n. 8 dell’11/01/2012) disciplina i contenuti, le articolazioni e le modalità di espletamento del percorso formativo, che consta di una formazione di Base Generale e di una formazione Specifica in funzione dei rischi legati al proprio comparto di appartenenza.

 

Obiettivi

Il corso fornirà ai partecipanti gli elementi formativi di carattere generale, con particolare riguardo agli aspetti relativi ai concetti di rischio e organizzazione della prevenzione in azienda.

A chi si rivolge il corso

Lavoratori, così come definito dall’art. 2 del D.lgs. 81/2008 e s.m.i.

Programma didattico

  • Il Sistema Legislativo in materia di sicurezza e salute dei lavoratori
  • I soggetti del sistema di prevenzione aziendale secondo il D. Lgs. 81/08 e s. m. i.: Ruoli e Responsabilità
  • Gli organi di vigilanza, controllo e assistenza
  • L’Organizzazione aziendale della Sicurezza in Azienda
  • Relazioni tra i vari soggetti interni ed esterni del sistema di sicurezza
  • La Percezione e la Valutazione del rischio: i concetti di danno, rischio e pericolo
  • Incidenti e infortuni mancati

Lavoratori Formazione Generale

Lavoratori - Formazione generale

formazio

Descrizione

In ottemperanza al D.Lgs. 81/2008 e s.m.i.,  in linea con gli ACCORDI stipulati in sede di Conferenza Stato-Regioni del 21/12/2011 e s.m.i.

L’art. 20 del D.Lgs. 81.2008 e s.m.i. “Obblighi dei lavoratori” stabilisce che ogni lavoratore debba prendersi cura della propria salute e sicurezza e di quella delle altre persone presenti sul luogo di lavoro, conformemente alla sua formazione, alle istruzioni e ai mezzi forniti dal Datore di lavoro.

La partecipazione attiva del lavoratore sugli aspetti destinati a garantire la sicurezza sul lavoro è un'esigenza, di conseguenza, espressa dal D.Lgs 81/2008 e s.m.i. 

L’accordo stipulato il 21/12/2011 in sede di Conferenza Stato-Regioni (G.U. n. 8 dell’11/01/2012) disciplina i contenuti, le articolazioni e le modalità di espletamento del percorso formativo, che consta di una formazione di Base Generale e di una formazione Specifica in funzione dei rischi legati al proprio comparto di appartenenza.

 

Obiettivi

Il corso fornirà ai partecipanti gli elementi formativi di carattere generale, con particolare riguardo agli aspetti relativi ai concetti di rischio e organizzazione della prevenzione in azienda.

A chi si rivolge il corso

Lavoratori, così come definito dall’art. 2 del D.lgs. 81/2008 e s.m.i.

Programma didattico

  • Il Sistema Legislativo in materia di sicurezza e salute dei lavoratori
  • I soggetti del sistema di prevenzione aziendale secondo il D. Lgs. 81/08 e s. m. i.: Ruoli e Responsabilità
  • Gli organi di vigilanza, controllo e assistenza
  • L’Organizzazione aziendale della Sicurezza in Azienda
  • Relazioni tra i vari soggetti interni ed esterni del sistema di sicurezza
  • La Percezione e la Valutazione del rischio: i concetti di danno, rischio e pericolo
  • Incidenti e infortuni mancati

Lavoratori Formazione Generale

Lavoratori - Formazione generale

Descrizione

In ottemperanza al D.Lgs. 81/2008 e s.m.i.,  in linea con gli ACCORDI stipulati in sede di Conferenza Stato-Regioni del 21/12/2011 e s.m.i.

L’art. 20 del D.Lgs. 81.2008 e s.m.i. “Obblighi dei lavoratori” stabilisce che ogni lavoratore debba prendersi cura della propria salute e sicurezza e di quella delle altre persone presenti sul luogo di lavoro, conformemente alla sua formazione, alle istruzioni e ai mezzi forniti dal Datore di lavoro.

La partecipazione attiva del lavoratore sugli aspetti destinati a garantire la sicurezza sul lavoro è un'esigenza, di conseguenza, espressa dal D.Lgs 81/2008 e s.m.i. 

L’accordo stipulato il 21/12/2011 in sede di Conferenza Stato-Regioni (G.U. n. 8 dell’11/01/2012) disciplina i contenuti, le articolazioni e le modalità di espletamento del percorso formativo, che consta di una formazione di Base Generale e di una formazione Specifica in funzione dei rischi legati al proprio comparto di appartenenza.

 

Obiettivi

Il corso fornirà ai partecipanti gli elementi formativi di carattere generale, con particolare riguardo agli aspetti relativi ai concetti di rischio e organizzazione della prevenzione in azienda.

A chi si rivolge il corso

Lavoratori, così come definito dall’art. 2 del D.lgs. 81/2008 e s.m.i.

Programma didattico

  • Il Sistema Legislativo in materia di sicurezza e salute dei lavoratori
  • I soggetti del sistema di prevenzione aziendale secondo il D. Lgs. 81/08 e s. m. i.: Ruoli e Responsabilità
  • Gli organi di vigilanza, controllo e assistenza
  • L’Organizzazione aziendale della Sicurezza in Azienda
  • Relazioni tra i vari soggetti interni ed esterni del sistema di sicurezza
  • La Percezione e la Valutazione del rischio: i concetti di danno, rischio e pericolo
  • Incidenti e infortuni mancati

Lavoratori Formazione Generale

Lavoratori - Formazione generale

formazio

Descrizione

In ottemperanza al D.Lgs. 81/2008 e s.m.i.,  in linea con gli ACCORDI stipulati in sede di Conferenza Stato-Regioni del 21/12/2011 e s.m.i.

L’art. 20 del D.Lgs. 81.2008 e s.m.i. “Obblighi dei lavoratori” stabilisce che ogni lavoratore debba prendersi cura della propria salute e sicurezza e di quella delle altre persone presenti sul luogo di lavoro, conformemente alla sua formazione, alle istruzioni e ai mezzi forniti dal Datore di lavoro.

La partecipazione attiva del lavoratore sugli aspetti destinati a garantire la sicurezza sul lavoro è un'esigenza, di conseguenza, espressa dal D.Lgs 81/2008 e s.m.i. 

L’accordo stipulato il 21/12/2011 in sede di Conferenza Stato-Regioni (G.U. n. 8 dell’11/01/2012) disciplina i contenuti, le articolazioni e le modalità di espletamento del percorso formativo, che consta di una formazione di Base Generale e di una formazione Specifica in funzione dei rischi legati al proprio comparto di appartenenza.

 

Obiettivi

Il corso fornirà ai partecipanti gli elementi formativi di carattere generale, con particolare riguardo agli aspetti relativi ai concetti di rischio e organizzazione della prevenzione in azienda.

A chi si rivolge il corso

Lavoratori, così come definito dall’art. 2 del D.lgs. 81/2008 e s.m.i.

Programma didattico

  • Il Sistema Legislativo in materia di sicurezza e salute dei lavoratori
  • I soggetti del sistema di prevenzione aziendale secondo il D. Lgs. 81/08 e s. m. i.: Ruoli e Responsabilità
  • Gli organi di vigilanza, controllo e assistenza
  • L’Organizzazione aziendale della Sicurezza in Azienda
  • Relazioni tra i vari soggetti interni ed esterni del sistema di sicurezza
  • La Percezione e la Valutazione del rischio: i concetti di danno, rischio e pericolo
  • Incidenti e infortuni mancati

Coordinatori Cantieri in Fase di Progettazione ed Esecuzione

Coordinatori Cantieri - Aggiornamento

Descrizione

Il D.Lgs. 81/2008 ha sancito il coinvolgimento del Committente nella gestione della sicurezza nei cantieri temporanei e mobili, il quale deve obbligatoriamente nominare due figure dedite al coordinamento della sicurezza in cantiere:

Il Coordinatore della Sicurezza in fase di Progettazione

e il Coordinatore della Sicurezza in fase di Esecuzione.

Il CSP si occupa di redigere il Piano di Sicurezza e Coordinamento (PSC), documento mediante il quale si progetta la sicurezza in cantiere; il fascicolo adattato alle caratteristiche dell’opera, contenente le informazioni utili ai fini della prevenzione e della protezione dai rischi cui sono esposti i lavoratori.

Il CSE si occupa invece di verificare l’attuazione del piano di sicurezza e coordinamento per tutta la durata dei lavori con opportune azioni di coordinamento e controllo; la corretta applicazione delle procedure di lavoro.


Obiettivi

  • Formazione del profilo professionale per Coordinatore della Sicurezza nei Cantieri Temporanei o mobili, nel pieno rispetto delle indicazioni del D. Lgs 81/08.
  • Ampliamento dell’azione formativa per adeguarla, nei contenuti e nelle forme, alle indicazioni del decreto su tali corsi di specializzazione.
  • Maggiore sensibilizzazione dei soggetti al valore sociale e morale del rispetto della salute e dell’integrità fisica dell’individuo e quindi del lavoratore.
  • Arricchimento della cultura e della sicurezza, finalizzato a trasformare in atto istintivo qualsiasi pensiero o ragionamento dovuto nella lotta contro il rischio.
  • Raggiungimento di livelli di conoscenza e specializzazione che vadano oltre i limiti previsti per legge, sviluppandone la qualità e l’eccellenza.

A chi si rivolge il corso

Professionisti e/o dipendenti che dovranno svolgere il ruolo di Coordinatori per la Sicurezza in fase di Progettazione ed Esecuzione che operano nei cantieri temporanei e mobili.

Programma didattico

PARTE TEORICA - Modulo giuridico – 8 ore

1 giornata 

  • Evoluzione della legislazione di base in materia di sicurezza e di igiene sul lavoro;
  • Il D. Lgs.81/08; I soggetti del Sistema di Prevenzione Aziendale: i compiti, gli obblighi, le responsabilità civili e penali. Metodologie per l’individuazione, l’analisi e la valutazione dei rischi;
  • La legislazione specifica in materia di salute e sicurezza nei cantieri temporanei o mobili e nei lavori in quota. Il titolo IV;
  • Le figure interessate alla realizzazione dell’opera: i compiti, gli obblighi, le responsabilità civili e penali;
  • La legge quadro in materia di lavori pubblici ed i principali decreti attuativi;
  • La disciplina sanzionatoria e le procedure ispettive.
  • Test di apprendimento

PARTE TEORICA - Modulo tecnico – 16 ore

2 giornata (8 ore)

  • Rischi di caduta dall’alto. Ponteggi e opere provvisionali;
  • Il rischio negli scavi, nelle demolizioni, nelle opere in sotterraneo ed in galleria;
  • I rischi connessi all’uso di macchine e attrezzature di lavoro con particolare riferimento agli apparecchi di sollevamento e trasporto;
  • I rischi chimici in cantiere;
  • L’organizzazione in sicurezza del Cantiere. Il cronoprogramma dei lavori;
  • Gli obblighi documentali da parte dei Committenti, Imprese, Coordinatori per la sicurezza;

3 giornata (4 ore)

  • Il rischio elettrico e la protezione contro le scariche atmosferiche;
  • I rischi fisici: rumore, vibrazioni, microclima, illuminazione;
  • I rischi connessi alle bonifiche da amianto;
  • I rischi biologici;
  • I rischi nei lavori di montaggio e smontaggio di elementi prefabbricati

4 giornata (4 ore)

  • I rischi da movimentazione manuale dei carichi;
  • I rischi di incendio e di esplosione;
  • Le malattie professionali ed il primo soccorso in cantiere.
  • La sorveglianza sanitaria: visite mediche e giudizi di idoneità, protocolli sanitari speciali
  • I dispositivi di protezione individuali e la segnaletica di sicurezza;
  • Test di apprendimento

PARTE PRATICA – 8 ore

5 giornata (4 ore)

  • Esempi di Piano di Sicurezza e Coordinamento: presentazione dei progetti, discussione sull’analisi dei rischi legati all’area, all’organizzazione del cantiere, alle lavorazioni ed alle loro interferenze;
  • Stesura di Piani di Sicurezza e Coordinamento (PSC), con particolare riferimento a rischi legati all’area, all’organizzazione del cantiere, alle lavorazioni ed alle loro interferenze.
  • Lavori di gruppo.

6 giornata (8 ore)

  • Esempi di Piani Operativi di Sicurezza (POS) e di Piani Sostitutivi di Sicurezza (PSS);
  • Esempi e stesura di fascicolo basati sugli stessi casi dei Piano di Sicurezza e Coordinamento;
  • Simulazione sul ruolo del Coordinatore per la Sicurezza in fase di Esecuzione (CSE).

Conduzione carrelli elevatori

Conduzione carrelli elevatori - Modulo giuridico normativo e tecnico

Descrizione

Il corso è conforme a quanto previsto dalla normativa vigente, con particolare riferimento a quanto previsto per i lavoratori addetti alla conduzione di carrelli elevatori semoventi con conducente a bordo, nell'Accordo Stato Regioni del 22 febbraio 2012 (Modulo Giuridico e Modulo Tecnico).

Il corso consente:

  • di erogare la formazione teorica (Modulo Giuridico-Normativo e Modulo Tecnico) ai carrellisti, pienamente riconosciuta a termini di legge, in qualsiasi momento della giornata (H24 7x7)
  • di ridurre i costi
  • di evitare di tenere simultaneamente in aula i carrellisti

Alfa Ambiente progetta e sviluppa corsi e-learning con le modalità previste dalle norme vigenti, integrandole con le specifiche richieste del cliente.
I moduli formativi sono progettati considerando il profilo dei destinatari, gli obiettivi da raggiungere, il contesto in cui si opera.
Attraverso il portale e-learning, il corsista è stimolato a svolgere un ruolo attivo e può interagire con il docente, con i tutor e con gli stessi colleghi rendendo la formazione molto più interattiva ed efficace.
Le tecnologie utilizzate contribuiscono a realizzare ambienti di apprendimento attivo e mettono a disposizione risorse e servizi di comunicazione a distanza per migliorare la finalità e l'efficacia della formazione.
Inoltre permettono di gestire con flessibilità il tempo dedicato alla formazione.
L'offerta didattica e-learning di Alfa Ambiente rappresenta una conveniente, flessibile ed efficace modalità di formazione ovunque si desideri. La modalità e-learning garantisce:

  • disponibilità H24 della piattaforma per la fruizione del corso;
    costi ridotti;
  • disponibilità di materiale didattico on-line;
  • un periodo di fruibilità da concordare.

A chi si rivolge il corso

Lavoratori addetti alla conduzione di carrelli elevatori semoventi con conducente a bordo.

Programma didattico

  • Introduzione
  • Video errori e incidenti
  • Normativa di riferimento per l'uso delle attrezzature di lavoro
  • Responsabilità del carrellista
  • Tipologia di carrelli
  • La documentazione
  • La stabilità del carrello
  • Sistemi di protezione attiva e passiva
  • Componenti generali dei carrelli e dispositivi di sicurezza
  • Fattori di rischio
  • Piano della viabilità aziendale
  • Istruzioni per l’uso
  • Segnaletica di salute e sicurezza
  • Errori da non fare! Video
  • I transpallet
  • Le nove regole per l’utilizzo dei carrelli
  • Test

Conduzione carrelli elevatori – Modulo Teorico – Aggiornamento

Conduzione carrelli elevatori - Modulo Teorico - Aggiornamento

Descrizione

Il corso è conforme a quanto previsto dalla normativa vigente, con particolare riferimento a quanto previsto per i lavoratori addetti alla conduzione di carrelli elevatori semoventi con conducente a bordo, nell'Accordo Stato Regioni del 22 febbraio 2012 (Modulo Giuridico e Modulo Tecnico).

Il corso consente:

  • di erogare la formazione teorica (Modulo Giuridico-Normativo e Modulo Tecnico) ai carrellisti, pienamente riconosciuta a termini di legge, in qualsiasi momento della giornata (H24 7x7)
  • di ridurre i costi
  • di evitare di tenere simultaneamente in aula i carrellisti

Alfa Ambiente progetta e sviluppa corsi e-learning con le modalità previste dalle norme vigenti, integrandole con le specifiche richieste del cliente.
I moduli formativi sono progettati considerando il profilo dei destinatari, gli obiettivi da raggiungere, il contesto in cui si opera.
Attraverso il portale e-learning, il corsista è stimolato a svolgere un ruolo attivo e può interagire con il docente, con i tutor e con gli stessi colleghi rendendo la formazione molto più interattiva ed efficace.
Le tecnologie utilizzate contribuiscono a realizzare ambienti di apprendimento attivo e mettono a disposizione risorse e servizi di comunicazione a distanza per migliorare la finalità e l'efficacia della formazione.
Inoltre permettono di gestire con flessibilità il tempo dedicato alla formazione.
L'offerta didattica e-learning di Alfa Ambiente rappresenta una conveniente, flessibile ed efficace modalità di formazione ovunque si desideri. La modalità e-learning garantisce:

  • disponibilità H24 della piattaforma per la fruizione del corso;
    costi ridotti;
  • disponibilità di materiale didattico on-line;
  • un periodo di fruibilità da concordare.

A chi si rivolge il corso

Lavoratori addetti alla conduzione di carrelli elevatori semoventi con conducente a bordo.

Programma didattico

  • Responsabilità del carrellista
  • La stabilità del carrello
  • Componenti generali dei carrelli e dispositivi di sicurezza
  • Test

Lavoratori Formazione Generale

Lavoratori - Formazione generale

le e sicure

Descrizione

In ottemperanza al D.Lgs. 81/2008 e s.m.i.,  in linea con gli ACCORDI stipulati in sede di Conferenza Stato-Regioni del 21/12/2011 e s.m.i.

L’art. 20 del D.Lgs. 81.2008 e s.m.i. “Obblighi dei lavoratori” stabilisce che ogni lavoratore debba prendersi cura della propria salute e sicurezza e di quella delle altre persone presenti sul luogo di lavoro, conformemente alla sua formazione, alle istruzioni e ai mezzi forniti dal Datore di lavoro.

La partecipazione attiva del lavoratore sugli aspetti destinati a garantire la sicurezza sul lavoro è un'esigenza, di conseguenza, espressa dal D.Lgs 81/2008 e s.m.i. 

L’accordo stipulato il 21/12/2011 in sede di Conferenza Stato-Regioni (G.U. n. 8 dell’11/01/2012) disciplina i contenuti, le articolazioni e le modalità di espletamento del percorso formativo, che consta di una formazione di Base Generale e di una formazione Specifica in funzione dei rischi legati al proprio comparto di appartenenza.

 

Obiettivi

Il corso fornirà ai partecipanti gli elementi formativi di carattere generale, con particolare riguardo agli aspetti relativi ai concetti di rischio e organizzazione della prevenzione in azienda.

A chi si rivolge il corso

Lavoratori, così come definito dall’art. 2 del D.lgs. 81/2008 e s.m.i.

Programma didattico

  • Il Sistema Legislativo in materia di sicurezza e salute dei lavoratori
  • I soggetti del sistema di prevenzione aziendale secondo il D. Lgs. 81/08 e s. m. i.: Ruoli e Responsabilità
  • Gli organi di vigilanza, controllo e assistenza
  • L’Organizzazione aziendale della Sicurezza in Azienda
  • Relazioni tra i vari soggetti interni ed esterni del sistema di sicurezza
  • La Percezione e la Valutazione del rischio: i concetti di danno, rischio e pericolo
  • Incidenti e infortuni mancati